“Gli Einaudi vengono dalla valle Maira, sopra Dronero; e lì si contano più Einaudi che sassi. Ab immemorabile, tutti montanari, boscaioli, pastori e contadini”.

Da una lettera autografa di Luigi Einaudi del 5 settembre del 1953

I primi anni: dall'infanzia alla laurea

Luigi Einaudi nasce a Carrù (Cuneo) il 24 marzo 1874, da Lorenzo, concessionario del servizio di riscossione delle imposte, e da Placida Fracchia. Luigi frequenta la scuola elementare a Carrù e il ginnasio a Savona. Nel 1888, dopo la morte del padre, la famiglia si trasferisce a Dogliani, il paese d'origine della madre, dove abita nella vecchia casa di famiglia: «Queste che io osservavo nella casa avita erano le abitudini universali della borghesia piemontese per gran parte del secolo XIX; ed in un'epoca in cui gli spostamenti sociali non erano frequenti, si comprende come quelle abitudini formassero una classe dirigente che lasciò tracce profonde di onestà, di capacità, di parsimonia, di devozione al dovere nella vita politica ed amministrativa del Piemonte che fece l'Italia...». Nel 1888 Luigi frequenta il liceo classico a Torino .Nel 1891 si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza dell'Ateneo torinese, dove si laurea a pieni voti nel luglio 1895 con una tesi su “La crisi agraria nell'Inghilterra”, relatore il professor Cognetti de Martiis.