Aldo Mautino

Tratto da:

Rivista di storia economica

Data di pubblicazione: 01/12/1939

Aldo Mautino

«Rivista di storia economica», dicembre 1939, pp. 327

 

 

 

18 settembre 1917-26 gennaio 1940

 

 

Tra le due date sovra segnate ebbe breve il suo corso la vita del giovane eletto del quale stamane piansero la dipartita, insieme con gli amici, coloro che erano orgogliosi di averlo avuto discepolo. Sarà sempre per me ragione di mesto compiacimento aver ospitato nelle pagine di questa rivista le succinte note, sole cose sue a stampa, delle quali dò qui sotto l’elenco.

 

 

Esse fanno testimonianza troppo tenue del vigore d’intelletto di chi le scrisse; ché l’interesse di Aldo Mautino non era per le scienze economiche. Esempio rarissimo di quel che valga la cultura umanistica, quando trovi terreno fecondo in uno spirito dotato di penetrazione critica, attendeva, quando il male fulmineo lo atterrò, ad elaborare ed a compiere la dissertazione che aveva presentato per la laurea in giurisprudenza e che doveva dimostrare la padronanza sua del pensiero filosofico-politico contemporaneo. Ma aveva deciso, quasi a punir se stesso della attitudine, che possedeva magnifica, alla sintesi, di assoggettarsi al duro tirocinio dello studio del diritto romano, che è campo vietato agli improvvisatori ed ai procaccianti. Se riuscirò, diceva, nessuno potrà dire che io non abbia atteso alla ricerca scientifica senza lunga e seria fatica. Lunga non sarebbe stata la sua attesa, ché raramente furono visti occhi sfavillare di tanta intelligenza; ed il proposito medesimo di serbare alle horae subsecivae gli studi i quali avevano fatto la gioia degli anni del suo aprirsi alla vita di pensiero, ma ora gli parevano infestati da troppi venturieri, dimostra quanto fosse saldo il carattere morale suo. Perciò gli amici che dapprima erano andati a lui, attratti dal buono lieto ridente volto, poscia lo amavano e cercavano di rendersi degni di lui, che pensava solo il vero e dava opera solo al bene.

 

 

“Cattolicesimo e questione sociale” (a proposito del libro di J. M. Palacio, sul “Concetto cristiano della proprietà”), nel quaderno del marzo 1938, pp. 78-80).

 

 

“Intorno a un teorico del materialismo storico” (a proposito dei libri di Antonio Labriola su “La concezione materialistica della storia” nuova edizione con un’aggiunta di B. Croce; e di Luigi Dal Pane su “Antonio Labriola – La vita e il pensiero”) nel quaderno del dicembre 1938, pp. 331-334.

 

 

“Memorie di organizzatori operai italiani” (a proposito delle memorie sul movimento operaio di G. Zibordi, R. Rigola, B. Riguzzi, C. Azimonti, E. Zanella, M. Bettinotti e F. Anzi) nel quaderno del marzo 1939, pp. 72-76.

 

 

“Recensioni” su libri di G. Santonastaso, Studi in onore di Virgilii (marzo 1938, pp. 81-82), G. Maranini (giugno 1939, pp. 187-88).

Torna su