Ammonimenti
Tipologia : Paragrafi/Articoli
Data pubblicazione : 11/11/1919

Ammonimenti

«Corriere della Sera», 11 novembre 1919

 

 

 

La proposta di rendere nominativi i titoli di ogni specie ha incontrato molta opposizione nei possessori. Essi temono chissà quali difficoltà nei trasferimenti, impacci, noie di ogni specie. Sono abituati alle lungaggini degli uffici del debito pubblico, dove spesso, anche in città di mezzo milione di abitanti, c’è uno sportello solo e dove non passano più di cinque o sei pratiche al giorno e bisogna aspettare due o tre mesi per ottenere ciò che si desidera. Ma è evidente che lo Stato dovrà, se vuole effettuare la riforma, applicare sistemi molto più rapidi e spicci. Nulla impedisce di adottarli salvo la pigrizia ad adattarsi alle novità. Bisogna chiedere ai candidati alle elezioni: volete voi la nominatività dei titoli e vi impegnate di non dare il vostro voto se non a quel Ministero che la attui e che nel tempo stesso garantisca sul serio la facilità di trasferimento dei titoli nominativi?

Torna su