Ammonimenti
Tipologia : Paragrafi/Articoli
Data pubblicazione : 17/01/1920

Ammonimenti

«Corriere della Sera», 17 gennaio 1920

 

 

 

Nel bando del prestito è detto che il nuovo titolo non può essere soggetto a conversioni prima del 31 dicembre 1931. Bisogna ricordare ai risparmiatori che ciò non vuol punto dire che lo Stato abbia diritto, dopo il 31 dicembre 1931 di effettuare d’autorità una conversione ad un saggio d’interesse inferiore, ad es., del 4%. No. Dopo quella data, lo Stato può dire semplicemente ai suoi creditori: «Volete consentire volontariamente ad una riduzione dell’interesse al 4%? Se no, eccovi le vostre 100 lire in contanti». In questa alternativa non c’è nulla di dannoso per i creditori. Ogni debitore privato può rimborsare i proprii debiti dopo 5 anni; lo Stato si contenta di aver diritto di rimborsarlo dopo 12 anni. A quell’epoca, i possessori del titolo studieranno le loro convenienze: se tenere il titolo, ovvero chiedere il rimborso delle 100 lire, per fare un impiego diverso.

Torna su