La «Riforma Sociale»

Tratto da:

Corriere della Sera

Data di pubblicazione: 23/01/1911

La «Riforma Sociale»

«Corriere della Sera», 23 gennaio 1911

 

 

 

La «Riforma Sociale», la ben nota rivista di questioni economiche, finanziarie e sociali, entra col 1911 nel suo 18° anno di vita. Nel fascicolo di gennaio, la «Riforma Sociale» pubblica parecchi interessanti articoli su questioni vive. Luigi Einaudi, scrive sui Trivellatori di Stato criticando vivacemente un disegno di legge governativo che vorrebbe spendere i denari dei contribuenti allo scopo di ricercare petrolio; Giuseppe Prato, con un articolo sui Nuovi aspetti del movimento operaio mette in luce la tendenza di alcune teglie operaie a ri­tornare verso metodi di lotta medioevali e regressivi; Alberto Geisser indaga, con dati ricavati dalle magnifiche esperienze straniere di assicurazione libera popolare, il modo di avvivare la Cassa Nazionale di Previdenza; Achille Necco tenta di ri­spondere alla domanda continueranno i prezzi a crescere? Chiudono il fascicolo alcune rubriche ric­che di notiziario e di bibliografie.

La «Riforma Sociale» esce in fascicoli di 100 pa­gine circa formanti un volume di 1000 pagine all’anno, prezzo annuo di abbonamento lire quindici. Gli abbonati del «Corriere della Sera», inviando la fascetta del giornale all’Amministrazione della «Riforma Sociale», Torino, riceveranno un fascicolo di saggio gratis.

 

Torna su