Riviste e giornali

Tratto da:

Corriere della Sera

Data di pubblicazione: 08/07/1908

Riviste e giornali

«Corriere della sera», 8 luglio 1908

 

 

 

La Francia, come si sa, è il paese degli impiegati e della bassa natalità.

 

 

Quando poi i due fatti si combinano insieme, quando cioè si vuol studiare la parte che le famiglie degli impiegati hanno nella natalità francese, si ottengono risultati suggestivi. Una ricerca completa sullo stato civile e sulla composizione demografica delle famiglie dei 723.802 impiegati dello Stato, dei dipartimenti e dei Comuni, francesi (da questo imponente numero sono esclusi gli ufficiali, sott’ufficiali, soldati e marinai) non esiste ancora: ma l’ultimo fascicolo del Bulletin de la statistique generale de la France reca alcune notizie curiose su 2569 impiegati delle amministrazioni centrali dello Stato a Parigi, confrontati con 5957 cantonieri e 4349 operai diversi dipendenti dalla città di Parigi. Già il numero dei celibi è massimo negli impiegati: il 273 per mille; mentre gli operai danno solo il 121 per mille ed i cantonieri, che sono i peggio pagati, il 66 per mille. Lo stesso fatto si ripete per il numero dei figli nati, che è di 1.66 per famiglia di impiegati, 2.51 per famiglia di operai e di 2.84 per famiglia di cantonieri. Si vede che l’egoismo individuale trionfa sopratutto presso gli impiegati, il cui stipendio annuo medio è di lire 4000, mentre operai e cantonieri si debbono contentare in media di meno della metà. Degli impiegati ammogliati, vedovi o divorziati ve ne sono 278 su 1000 che non hanno neppure un figlio, mentre gli operai senza figli sono appena 179 e i cantonieri 146; e del pari le famiglie degli impiegati che hanno un figlio solo – aspirazione suprema di ogni buon francese medio – sono 267 su mille, quando gli operai ed i cantonieri, che si limitano all’unità, discendono a 214 e 181 rispettivamente. Gli impiegati poi si arrestano a 10 figli al massimo mentre i cantonieri si spingono a 14 e gli operai diversi a 16 figli per famiglia. Lo stipendio, il quale naturalmente è in relazione coll’età, sembra sia il regolatore sovrano delle nascite solo fino al numero di due, aumentando il numero dei figli col crescere dello stipendio degli impiegati.

 

 

Ma al di là di due, impiegati con 1500 lire e impiegati con 10.000 lire di stipendio, si equivalgono nel desiderio di non aver figli, sicché appena 53 impiegati su 1000 hanno 5 figli, 20 sei, 26 da sette a nove e solo il 2 per mille raggiunge la decina.

Torna su